Una tutela rigorosa del nostro pianeta

Il sistema di Gestione Ambientale (“SGA”) è lo strumento attraverso cui l’azienda individua, valuta ed affronta i problemi ambientali e migliora le proprie prestazioni in questo ambito. La certificazione ISO 14001 è basato sulla norma internazionale di carattere volontario che indica come deve essere sviluppato un SGA efficace, richiedendo all’Azienda un impegno scritto e pubblico nel quale definisce i propri obiettivi e target ambientali.

L’obiettivo del SGA è quello di:

  • Identificare e monitorare i principali aspetti ambientali dell’azienda
  • Coordinare tutte le attività aventi impatto ambientale
  • Distribuire responsabilità specifiche, in quanto la piena conformità ambientale deriva dal comportamento appropriato di tutto il personale dell’azienda

Questo impegno si concretizza nel:

  • Avere un approccio strutturato alla definizione degli obiettivi ambientali e all’individuazione degli strumenti necessari per raggiungerli
  • Realizzare prodotti sicuri nell’uso, sempre più riciclabili o smaltibili
  • Fornire assistenza ai clienti per un impiego sicuro dei prodotti
  • Cooperare con i clienti per il miglioramento continuo dei prodotti e dei servizi
  • Ridurre al minimo l’impatto che la produzione, lo stoccaggio, il trasporto, la distribuzione, l’uso e lo smaltimento dei prodotti possono provocare sull’uomo e sull’ambiente
  • Ridurre i costi legati ai consumi energetici, alla gestione dei rifiuti e delle materie prime
  • Mantenere un processo di miglioramento continuo della performance ambientale
  • Aumentare il valore della propria impresa nel mercato, partendo da una seria analisi delle proprie problematiche ambientali, siano esse di natura legislativa, tecnica o gestionale

EMAS

Il Regolamento CE n. 761 del 2001 introduce il sistema comunitario di ecogestione ed audit (“EMAS”), che rappresenta il riconoscimento ufficiale a livello europeo del raggiungimento di un’eccellenza dell’Organizzazione per la gestione ambientale e per il piano di comunicazione messi in atto volontariamente.
La società in base al Regolamento EMAS è tenuta a svolgere i seguenti compiti:

  • Effettuare l’analisi ambientale iniziale con la quale viene stabilita la posizione iniziale dell’organizzazione rispetto alle condizioni ambientali
  • Stabilire la propria politica ambientale, cioè gli obiettivi ed i principi generali di azione rispetto all’ambiente ed elaborare il programma ambientale che contiene una descrizione delle misure adottate per raggiungere gli specifici obiettivi
  • Attuare il sistema di gestione ambientale che consente di sviluppare, realizzare e mantenere la politica ambientale
  • Effettuare l’auditing delle prestazioni dell’organizzazione, del sistema di gestione ambientale e dei processi destinati a proteggere l’ambiente
  • Redigere la dichiarazione ambientale, rivolta al pubblico, che comprende l’indicazione della politica ambientale adottata, una breve descrizione del sistema di gestione ambientale, una descrizione dell’organizzazione e degli aspetti ambientali

La registrazione EMAS facilita le relazioni pubbliche locali in virtù di un dialogo aperto con le parti interessate, comunica all’esterno le informazioni ambientali convalidate in maniera indipendente, migliora il coinvolgimento del personale interno, fornisce maggiori garanzie di rispetto della normativa ambientale e attraverso il miglioramento continuo delle prestazioni tende a minimizzare gli impatti ambientali derivanti dalle attività dell’Organizzazione.

Il regolamento “REACH” (“Registration, Evaluation, Authorisation of Chemicals”), prevede la registrazione di tutte le sostanze prodotte o importate nella Comunità in quantità maggiori di una tonnellata per anno. Si tratta di circa 30.000 sostanze chimiche in commercio.

La registrazione di una sostanza consiste nella presentazione, da parte dei fabbricanti o degli importatori, di numerose informazioni sulle sue caratteristiche e, in mancanza di dati disponibili, richiede l’esecuzione di test sperimentali per caratterizzare le relative proprietà fisico-chimiche, tossicologiche e ambientali.Il regolamento ha istituito l’Agenzia europea per le sostanze chimiche (a Helsinki) la quale svolge un ruolo di coordinamento tecnico-scientifico delle attività previste dal regolamento e organizza una banca dati per raccogliere e gestire i dati forniti dall’industria attraverso la registrazione delle sostanze.

Le Amministrazioni Nazionali coinvolte nell’attuazione del Regolamento REACH sono:

  • l’Autorità competente del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali
  • Il Ministero dell’ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
  • Il Ministero dello Sviluppo Economico

Per informazioni sui prodotti Polynt registrati REACH, clicca qui.

 

Reach

 

Per supporto tecnico-scientifico le Amministrazioni indicate si avvalgono dell’Istituto Superiore per la protezione e ricerca ambientale (ISPRA), e dell’Istituto Superiore di Sanità.

 

Contattaci

Siamo a tua disposizione
per informazioni e preventivi